Tra le nuvole alla fine una stella

Il mal tempo e il freddo ieri hanno afflitto anche Roma.Intendiamoci, nulla che possa tenermi a casa, chè proprio non ci sono abituato. Quindi solita sveglia all'alba sotto la grandine. Una grandine alla fine simpatica, molto di più della pioggia per lo meno. Un ticchettio ritmico e tante perline tonde tonde e bianche. Chi sa a quale vecchia signora di … Continua a leggere

DIETA E MALUMORE

Passata la festa guastata la linea. Le leggere rotondità prefestive del mio pancino sono diventate plenilunio. Permane un senzo devastante di divisione e frustrazione. Sono combattuto tra il cornettone di pasta sfoglia, panacea a tutti i mali di questo ufficio delirante e un caffè scuro ed amaro. Opterò per la seconda, del resto tra le due frustrazioni preferisco nn avere … Continua a leggere

regali di natale

Finito di fare quelli materiali in giro per negozi rimangono quelli virtuali: Al mio amore: Una manciata di serenità, sperando che ti aiuti a vivere con meno travaglio i guai piccoli e grossi di ogni giorno. E soprattutto un lavoro nuovo come responsabile del reparto collaudo materassi di una grande azienda (magari il collaudo lo facciamo insieme! Di sicuro vorrei … Continua a leggere

TENDENTE AL NERO

A dispetto del rosso che impera in questi giorni di vigilia una Roma scontrosa si sveglia tendente al nero. E ci regala un alba che non arriva e quando s'affaccia sembra quasi un tramonto. A Piramide il metrò torna in superfice ma manca il solito impatto benefico con la luce. Roma stessa oggi è un tunnel sotterraneo. Mi vengono in mente suggestioni … Continua a leggere

Ritorno al Blog

Eccomi tornato al mio blog, dopo una lunga assenza. Un assenza dovuta a tanti motivi. Primo il lavoro, snervante si ma soddisfacente. Di quella soddisfazione che ti manda a nanna alle 9 come i bambini, col sorriso sulle labbra! Secondo ma non per inportanza mi sto godendo il mio amore che per il primo anno, finalmente non sta lavorando nel … Continua a leggere

rileggendo vecchi pensieri

… men grave sarebbe tra le tua braccia morir d'inedia, che della vita viver gli affanni. Sarà stato il '96 quando scrivevo queste cose, avevo più o meno 18 anni. Forse solo oggi recepisco a pieno le emozioni di allora. Forse nemmeno avevo la consapevolezza di conoscermi così a fondo. Ancora oggi, eternamente travolto dalle mie passioni, attraverso dei momenti … Continua a leggere

Dr. House da Grey a Gregory il passo è breve

Ultimamente mi servirebbero dosi massicce di zucchero per addolcirmi un pò. Stò perdendo le mie innate capacità di mediare, di dire le cose in modo che non feriscano, di confortare. Non riesco ad indorare la pillola, ecco. Mi preoccupo, come sempre dei miei affetti, curo le persone che amo con tutto me stesso. Solo che non riesco a farlo con … Continua a leggere

Monotonia

Stamattina solito traffico, solita mentropolitana gonfia e puzzolente, insomma … monotonia. Sono già due giorni che nulla cattura la mia attenzione. Succede anche questo, in mezzo al caos. Annoiarsi perchè nn succede nulla, annoiarsi perchè in mezzo a questo moto perpetuo, se manca l'onda anomala nn c'è gusto. Boh, sarò io che nn sono mai contento. O sarà questa primavera … Continua a leggere

Decrompessione in atto

I pappagalli verdi stanno riprendendo il volo e non sono più una minaccia o quasi, grazie è una parola banale, ma devo dirlo, grazie grazie grazie. Sapere di essere un essere speciale e avere qualcuno che si cura di te va benissimo. Non volevo allarmare nessuno, ne spaventare, è solo il mio istinto di sopravvivenza, leggere i campanelli di allarme … Continua a leggere